sabato 9 gennaio 2016

CLASSIFICA Maratona di Ragusa 2016

Voto 

Clicca qui CLASSIFICA Maratona di Ragusa 2016




VAI AI CALENDARI


Riportiamo di seguito, in corsivo, il comunicato ufficiale del Comitato Organizzatore:


Il ragusano Andrea Ragusa, che corre per i colori dell’Asd podistica Capo D’Orlando, ha vinto la tredicesima edizione della Hybla Barocco Marathon disputatasi questa mattina a Ragusa. L’atleta, che ha tagliato il traguardo con il tempo di 2h 44’51”, ha rifilato un distacco di 5’40” al secondo classificato, Angelo Zito dell’Asd Atl. Scuola Lentini, mentre al terzo posto è arrivato Enzo Taranto dell’Asd No al doping e alla droga di Ragusa, con un ritardo di 7’16”.

Quella di oggi, con partenza alle 8,20 da via Feliciano Rossitto, ottime le condizioni climatiche, è stata la maratona di Ragusa più partecipata di sempre con atleti provenienti da ogni parte d’Italia e anche da alcuni Paesi esteri (c’era un folto gruppo di maltesi oltre a rappresentanze statunitensi, britanniche e slovene). In tutto, nelle varie competizioni della giornata, oltre settecento atleti.

Ragusa ha conquistato la testa della corsa dopo cinque chilometri e da quel momento ha incrementato il proprio vantaggio sino a diventare irraggiungibile per gli altri avversari. “Inizio l’anno con una bella vittoria, per di più a casa mia – dice il vincitore, un passato da rugbista su buoni livelli (ha giocato in Serie B con il Padua), e che da dieci anni si è avventurato nel mondo del podismo – dopo il titolo di campione italiano nella cento chilometri del Passatore e dopo aver conquistato la Supermaratona dell’Etna è un traguardo che mi ero prefissato di raggiungere. E, con determinazione e un pizzico di fortuna, ce l’ho fatta. Dedico questa vittoria a mia madre Emanuela che non c’è più”.

Ragusa ha ricevuto anche il premio dedicato alla memoria dell’indimenticato dirigente sportivo Emiliano Ottaviano consegnato dai familiari e sostenuto dalla presidente dell’Aiad, l’associazione per la prevenzione del diabete, Gianna Miceli.

Tra le donne, invece, il successo è andato alla slovena Zuzana Stolicna dell’Akv Bratislava con il tempo di 3h31’59”, mentre al secondo posto si è classificata Nicoletta Fosco dell’Asd Sport Nuovi eventi che ha fatto registrare un ritardo di 19 secondi. Terza classificata Marilisa Fiorino con un distacco di 1’39”.

Il più veloce invece nella mezzamaratona, la StraRagusa arrivata anche in questo caso alla tredicesima edizione, sulla distanza di 21,097 chilometri, è stato Francesco Milella dell’Asd Montedoro Noci in 1h11’11”, seguito da vicino da Luigi Spinali dell’Asd Atletica Sant’Anastasia con un gap di 20”. Terzo posto per il ragusano Vincenzo Schembari dell’Asd Atletica Padua che ha fatto registrare un distacco di 2’16”.

Per quanto riguarda le donne, sempre con riferimento alla mezzamaratona, primo posto per Maria Virginia Salemi dell’Asd Noto Barocca con il tempo di 1h33’11”, secondo per Daniela Ruta dell’Asd Running Modica a 32”, terzo posto per la maltese Margaret Segnuna del Team David Galea in ritardo di 1’02” rispetto alla prima classificata.

Numerosi anche i camminatori che hanno preso parte alla competizione di fitwalking così come protagonisti sono stati i nuclei familiari che hanno animato la “Family run”, in quest’ultimo caso con partenza da piazza San Giovanni.

Una speciale menzione per gli operatori del progetto Filippide che hanno accompagnato lungo il percorso i bambini autistici. Ha partecipato anche quest’anno, inoltre, il non vedente Giovanni Vaccaro con l’accompagnatore Massimo Dragone.

A premiare, in rappresentanza del Comune di Ragusa, che ha sostenuto la kermesse, così come l’impresa ecologica Busso Sebastiano che gestisce il servizio di igiene ambientale in città, oltre ad altri sponsor, il vicesindaco e assessore con delega allo Sport Massimo Iannucci.

“Mi preme ringraziare – dice uno degli organizzatori, Guglielmo Causarano, per la No al doping (l’altro è Sebastiano La Mesa della Sicily is one) – la polizia di Stato, la Polstrada, i carabinieri, la polizia provinciale e la polizia municipale, assieme alla protezione civile del Comune di Ragusa, per il servizio d’ordine che ha fatto sì che tutto si svolgesse nel modo migliore. Poi i volontari, lungo il tracciato, in rappresentanza delle associazioni Caruano di Vittoria, Avs di Santa Croce, Rangers di Comiso e Mototurismo di Ragusa. E, ancora, il Rotary Club Hybla Herea per i medici e il nucleo Cives per gli infermieri volontari. Quindi le associazioni scout Aisa e l’Adra Ragusa che si sono occupati dei punti ristoro. E ancora l’Aiad di Ragusa. Oltre, naturalmente, al Comune di Ragusa per il supporto che ci ha fornito. L’appuntamento è rinnovato al prossimo anno per la quattordicesima edizione”.



ragusamarathon

Nessun commento:

Posta un commento