CLASSIFICA Scaldagambe Winter Trail 2016

Voto 

Clicca qui CLASSIFICA Scaldagambe Winter Trail 2016







Riportiamo di seguito, in corsivo, comunicato ufficiale del Comitato Organizzatore:

Un serpentone formato da ​quasi 400 runner, partiti da Carvico, ha colorato i sentieri e le strade bianche del Monte Canto lungo un inedito itinerario ad anello con uno sviluppo di 16 km e dislivello positivo di 550 metri.

Il favorito della vigilia, Benedetto Roda, 25enne che atleticamente si divide fra strada e corsa in montagna, non ha disatteso il pronostico. Onorando i colori di casa, quelli dell'Asd Carvico Skyrunning (e fuori ​dalla porta di ​casa ci è davvero passato: al passaggio da Sotto il Monte ha trovato tutta la famiglia e gli amici ad incitarlo), con una cavalcata per lo più in solitaria, durata 1h03'55”, si è reso protagonista della prima edizione dello Scaldagambe Winter Trail.

Laureatosi il mese scorso in ingegneria dell'automazione al Politecnico di Milano, il ragazzo della Carvico Skyrunning ha sempre dato la precedenza allo studio ma i risultati sportivi non sono mai mancati, fra i più recenti la medaglia d'oro nella mini skyrace del Giir di Mont. “Dedico questa vittoria alla mia famiglia, a cui avrei voluto dedicare anche la Sky del Canto del 2015, e agli organizzatori, in primis al presidente Alessandro Chiappa”. La sua stagione proseguirà con le campestri, la Sky del Canto, le corse su strada e il campionato italiano di corsa in montagna (con la divisa dell'Atletica Valle Brembana). “Perché vale la pena partecipare allo Scaldagambe? Per la qualità dell'organizzazione, il clima di festa che si respira, l'ambiente attraversato e la cura dei sentieri del Monte Canto”, dichiara il vincitore, che ogni giorno si allena su queste strade.

Distaccato di 1'45” ha tagliato il traguardo il bresciano Filippo Bianchi (Compressport Scarpa), specialista delle skyrace, che ha difeso con autorevolezza la seconda posizione. Sul terzo gradino del podio è salito Andrea Regazzoni (X-Bionic), in netta rimonta nelle fasi conclusive. Completano la top ten Paolo Poli (La Recastello), Michele Semperboni (Runners Bergamo), Roberto Antonelli (Altitude Race), Clemente Belingheri (Valetudo Skyrunning), Dario Rigonelli (Osa Valmadrera), Alessandro Noris (Atl. Valle Seriana) e Federico Porcelli (Altitude Race).

Miglior interprete al femminile è stata la valtellinese di Talamona Elisa Sortini (Valtellina Asd): una corsa sempre al comando, portata a termine in 1h19'32”. «È stata una bella gara, molto allenante in vista dei prossimi appuntamenti stagionali, dedico questo risultato agli amici che corrono con me, anche oggi qui presenti». Seconda classificata Cristina Sonzogni (1h23'07”), terza Giovanna Cavalli (Sev Valmadrera – 1h26'47”). Seguono Alessia Colnaghi (Gamber Cuncuress), Alice Parisi, Monica Vanni, Cristina Grazioli (Runners Bergamo), Eleonora Mapelli (Atl. Presezzo), Francesca Galli (Valtellina Asd) e Daniela Gilardi (Sev Valmadrera).


Grande la soddisfazione da parte di Alessandro Chiappa, presidente dell'Asd Carvico Skyrunning, che non si fermerà a riposare dopo l'ennesimo successo organizzativo. Il prossimo evento firmato Carvico Skyrunning, infatti, è vicino, e lo Scaldagambe Winter Trail ha scaldato i motori della macchina organizzativa e degli atleti: il weekend del 2 e 3 aprile 2016 appuntamento alla Sky del Canto e al Giro del Monte Canto, preceduti dalla Monte Canto Fest: le iscrizioni sono già aperte!




scaldagambewintertrail

Nessun commento:

Posta un commento